Share il Voto rapido

Poll link

Copia

includi il widget

Larghezza del widget

500 px
350 px
250 px
Personalizza
Copia
Anteprima

Includi Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Potrebbe essere necessario inviare cookies sul tuo computer, per aiutarci a migliorare il nostro sito. Per avere maggiori informazioni riguardo ai cookies, e selezionare quali tipi di cookies vuoi accettare, visita la nostra Privacy

Luisella Lu sta utilizzando Toluna per creare nuovi sondaggi e potrai farlo pure tu, registrandoti adesso.


Luisella Lu

39 mesi fa

CHI PO NON VO, CHI VO NON PO, CHI SA NON FA, CHI FA NON SA, ET COSI EL MVUNDO MAL VA (MDXXVIIII) Non è straordinaria quest'iscrizione su una casa ascolana ?
Chiudi

E. Giovannetti scrisse, ne lu 1937, a proposite de li iscriziò su le case ascolane de lu cinqueciente:
"II travertino ascolano con le sue iscrizioni in latino e in volgare, parla assai meglio che un libro stampato. Alcuni di questi motti che adornavano le case del Rinascimento sono scomparsi, ma i più ci sono ancora e dànno ad Ascoli il suo originalissimo aspetto di «città dell'umanesimo unica al mondo".
In cierte cettà de li Marche e dell'Umbria, ne lu XVI secule, ce usiè de scolpì frase, mutte, versitte de la Bibbia e buone proposete su lu travertì de li facciate, su li architrave de li fenestre de li case e su li fruntù de li porte.
Ann'Ascule, ne la prima metà de lu XVI secule, quanne ce fu na fase de refacemiente de case , porte e fenestre fu decorate pure che li scriziò.
Giambattista Carducce, ne lu 1853, fu lu prime che scrivette na raccodda del li scriziò de li case, dope pure lu canoniche Frascarelle, Gabriele Gabrielli, Guiseppe Fabiani e Antonie Rodilosse ci aggiunse caccosa.
Marie Sabatucce se fece nu bielle gire pe tutte li vie de la cettà e li controllò tutte che tanta pazienza e precisiò, dope fece la traduziò de tutte quelle che aviè trevate scritte.
Rispondi

Azahrlu

  34 mesi fa
Il tuo post è straordinario e quest'estate, nonostante la benzina ... andrò ad Ascoli anche se si trattasse di farla a piedi da Alfonsine ...
0 commenti

Valentina.ra

  35 mesi fa
veramente molto bella quest'iscrizione, adesso ci sono le iscrizioni sui muri con le bombolette... come è cambiato il mondo e in modo di esprimersi e di lasciare il segno del nostro passaggio sulla terra!!!
0 commenti

sanaros

  36 mesi fa
Ciò che scrisse, sembra un proverbio ricorrente in tutte le epoche.
Quello che non si dovrebbe fare, per mandare il mondo a rotoli.
0 commenti

Pistixeddu

  36 mesi fa
Carina. Grazie per l'ennesimo contributo enciclopedico che hai dato a questo sito. Mi piacciono queste tue opinioni.
0 commenti

lilla821

  36 mesi fa
quando si dice la saggezza popolare ....
0 commenti

Chi76dd

  36 mesi fa
io non c'ho capito quasi una mazza comunque da noi si dice:
chi gà ol pà al gà mia i dec
chi al gà i dec al gà mia ol pà.....
0 commenti

roby19

  36 mesi fa
è veramente straordinaria perchè sintetizza delle grandi verità.Effettivamente chi ha i mezzi non li utilizza e chi non liu ha vorrebbe fare.
0 commenti

BIOTRONIC

  36 mesi fa
si è molto bella questa frase .. . .. . . .. . . . .. . . . .
0 commenti

aitaclu

  36 mesi fa
Neanche io conoscevo questa particolarità di Ascoli, sicuramente molto singolare e da vedere (se mai riuscirò ..). Quanto al contenuto delle scritte mi pare si tratti di saggezza popolare che dovremmo rivalutare ...
0 commenti

elisaborga

  36 mesi fa
Non ho mai letto niente di simile ... ma mi sembra qualcosa che parli di storia e io non sono molto informata su questo argomento.
0 commenti

Voti rapidi e opinioni correlati


Chiudi

Condividi via email

Aggiungi contatti


Annulla
Invia

OK
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica
Magari più tardi...