Share il Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

Rosy.Abbate sta utilizzando Toluna per dar voce alle sue opinioni e guadagnare premi potrai farlo pure tu, registrandoti adesso.


Rosy.Abbate

  58 mesi fa

Se eri un bambino negli anni ‘50, ‘60, ’70 o '80
COME HAI FATTO A SOPRAVVIVERE?

Chiudi

1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né
airbag...
2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata
speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.
3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con vernici a base di
piombo.
4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei
medicinali, nei bagni, alle porte.
5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.
6.- Bevevamo l'acqua dal tubo del giardino invece che dalla
bottiglia dell'acqua minerale...
7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che
avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non
avere freni. Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il
problema. Sì, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!
8.- Uscivamo a giocare con l'unico obbligo di rientrare prima
del tramonto. Non avevamo cellulari... cosicché nessuno poteva
rintracciarci. Impensabile .
9.- La scuola durava fino alla mezza, poi andavamo a casa per il
pranzo con tutta la famiglia (si, anche con il papà).
10.- Ci tagliavamo, ci rompevamo un osso, perdevamo un dente, e nessuno faceva una denuncia per questi incidenti. La colpa non era di
nessuno, se non di noi stessi.
11.- Mangiavamo biscotti, pane olio e sale, pane e burro, bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di sovrappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare..
12.- Condividevamo una bibita in quattro... bevendo dalla stessa bottiglia
e nessuno moriva per questo.
13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi ,
televisione via cavo con 99 canali, videoregistratori, dolby
surround, cellulari personali, computer, chatroom su Internet
... Avevamo invece tanti AMICI.
14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa
dell'amico, suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza
bussare e lui era lì e uscivamo a giocare.
15.- Si! Lì fuori! Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto?
Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis, si formavano
delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti
per giocare e gli scartati dopo non andavano dallo psicologo per il trauma.
16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo, nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né d’iperattività; semplicemente prendeva qualche scapaccione e ripeteva l’anno.
17.- Avevamo libertà, fallimenti, successi, responsabilità ... e imparavamo a gestirli.
La grande domanda allora è questa:
Come abbiamo fatto a sopravvivere?
e a crescere e diventare grandi?
(DAL WEB)
Rispondi

morxi1

  58 mesi fa
Noi bambini degli anni 80 siamo diventati i genitori dei bambini e ragazzi di oggi. Siamo noi che impediamo a questi bambini di vivere con semplicità e godersi l'infanzia. Dai miei coetanei sento dire che il mondo è cambiato, é peggiorato; io sono dell'idea che é sempre lo stesso siamo noi ad essere diventati più paurosi.
0 commenti

Gardi35

  58 mesi fa
E bello ricordare il passato anche per vivere al meglio il futuro....ma ora tocca a noi generazione Millenial, sui cui si nutrono speranze per cercare di cambiare le tante cose che non vanno nel presente...speriamo però che questa mentalità sia davvero aperta e ci sia data la possibilità di cambiare in meglio...per ora però la gioventù si contraddistingue per tanti aspetti negativi :) ps: per fortuna ora ci sono le cinture di sicurezza, gli airbag, il casco e tutto il resto altrimenti con il caos odierno...
0 commenti

m1o2n3i4c5a6

  58 mesi fa
tuffo nel passato....aggiungerei che nessuno aveva vestiti firmati ma mettevamo anche quelli smessi sa fratelli e cugini, non avevamo il trolley ma una cartella che mettavamo a spalla, e non facevamo tanti drammi come fanno adesso ciao
0 commenti

zenesina

  58 mesi fa
Erano tempi allegri per noi che eravamo bambini.
Giocare era un divertimento, ricordo che ci divertivamo facendo "Strega comanda color." le femmine ci obbligavano a giocare a "Regina reginella" e a "Campana". Giocavamo a "Palla Avvelenata",a "Ruba Bandiera", e al mitico "dire fare baciare lettera testamento".
Il Ciao che si accendeva pedalando.
Suonavamo al campanello per chiedere se c'era l'amico in casa.
Facevamo a gara a chi masticava più Big Babol contemporaneamente.
Insomma, di cose ce ne sarebbero da dire, INDIMENTICABILI ANNI !
0 commenti

hikopiton

  58 mesi fa
Nata nei primi anni '80,mitici tempi purtroppo andati e che non esisteranno più. Sempre fuori a giocare a pallone,sporcarci nell'erba e urlare senza che nessuno ci rompesse; nessun cellulare e schifezze del genere,avevamo tanta libertà ma con dei limiti: orari e rispetto per noi stessi (la vita) e quella degli altri. Ci divertivamo con poco,e con poco compravamo tantissime caramelle. I genitori facevano i genitori e di conseguenza siam cresciuti anche a sonore sberle,che tutt'ora andrebbero date .Ora non si può dire nulla ai figli solo perchè nascono col "tutto dovuto"???? Che hanno il cellulare a 6 anni,che fumano a 8 e si drogano a 10????? E che società è questa che ci impone canoni di bellezza o mode da deficienti ,solo per amalgamarci come pecoroni ?
E' vero....una volta si avevano tanti amici.Ora gli amici guardano quello che hai nel portafoglio e quel che ti puoi permettere di comprare,altrimenti sei fuori dal giro. Che tristezza.
Io rimarrò quella che son sempre stata senza seguire nessuno!
1 commenti

marziaim

  58 mesi fa
eravamo a giocare fuori tutto il giorno dopo i compiti insieme agli altri bambini di tutte le età e non c'era bisogno di genitori o computer per divertirsi
1 commenti

paolaroby

  58 mesi fa
è una frase che fa il giro delle generazioni, ma alla fin fine è vero, i ragazzi d'oggi non si sanno divertire, non hanno fantasia... ai miei tempi... che bello, mi piacerebbe tornare bambina ogni tanto
0 commenti

IKelly

  58 mesi fa
Vecchissima pubblicazione dal web, la ricordo anch'io con affetto.
0 commenti

Daniela.V.

  58 mesi fa
Me l'aveva postata qualche anno fa un mio carissimo collega. E' sempre bellissima. Proprio vero che si stava meglio quando si stava peggio. Inoltre, da anni io insisto sul fatto che la tecnologia sarà pure utile .... ma a mio avviso impigrisce il nostro cervello, oltretutto, tra non molto (e forse sarà già troppo tardi) ci accorgeremo di aver perso molti "ricordi". Uno dei tanti: le fotografie. Verrà il tempo in cui tutte quelle salvate sui nostri PC (e, pertanto, non stampate su carta) andranno perse ...... e sarà come aver perso un importante periodo della nostra vita.
0 commenti

mauropanchetti

  58 mesi fa
....e chi abitava in campagna mangiare direttamente la frutta dall'albero, magari ancora acerba, senza lavarla e nessuno aveva paura di intossicarsi; nei fiumi a fare il bagno in estate, senza timore di ingerire l'acqua inquinata e poi allevare un uccellino caduto dal nido, le "guerre" con le "cerbottane", la fionda.....che ricordi!!!!!!!.....
0 commenti
Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica