Widget di condivisione

Poll link

Copia

includi il widget

Larghezza del widget

500 px
350 px
250 px
Personalizza px
Anteprima
Copia

Includi Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento

pirata1268 sta utilizzando Toluna per creare nuovi sondaggi e potrai farlo pure tu, registrandoti adesso.


pirata1268

47 mesi fa

Cosa ne pensi del fenomeno razzismo?
Esprimi la tua opinione in merito.

E' inconcepibile che ci sia qualcuno che ancora oggi parla di diversità, che insulta chi ha un colore della pelle diverso dal proprio. E' da mentecatti, ed è acclarato, segno inequivocabile di una profonda inadeguatezza nei confronti di un mondo sempre più multiculturale e multirazziale.
Chiudi
Rispondi

cane bianco

  41 mesi fa
non consideromale le persone di colore o razza ,dato che nel mio paese ci sono rumeni , alcuni cinesi e al mercato vengono marocchini e iraniani
0 commenti

alice631

  45 mesi fa
mai stata razzista...2 matrimoni misti....ora lo sto' diventando moderatamente....troppa diversita' di obbiettivi, culturali, radici, abitudini......solo una parola....NO ALLA VIOLENZA che in altre culture, sulle donne e' lecita....
0 commenti

michelotta

  46 mesi fa
le diversità a mio avviso sono una ricchezza, chi non lo capisce è veramente ed irrimediabilmente limitato
0 commenti

barbara.81

  46 mesi fa
E' vero, è inconcepibile, eppure il razzismo è radicato nell'animo umano. Non si tratta proprio di "razza" nel senso stretto della parola, la cosa si è "evoluta", così è stata più semplice da far accettare e non ha necessitato di imposizione alcuna, come era invece ai tempi di Mussolini. Chi non ha avuto paura in una strada piena di extracomunitari scagli la pietra per primo. Prima era necessario imporre le leggi razziali, adesso il fenomeno è più subdolo: cresciamo in una società che ha paura, la paura del diverso che è atavica, alimentata dalla paura della altrui disperazione, che è giustificata ma non deve costituire pregiudizio. E invece lo è, la mia è una constatazione amara.
0 commenti

tacabanda

  46 mesi fa
Il razzismo è sempre presente e non cessa di provocare moti d'intolleranza più o meno violenta: e non soltanto verso nazioni d'altro colore e d'altra civiltà. Esso, infatti, si è trasformato in discriminazione più diffusa, anche all'interno di gruppi dello stesso colore, fino a diventare avversione sociale verso i più miseri, i più infelici, i disadattati, i vecchi, gli inabili, i colpevoli di un reato. Pensiamo per un momento alle varie tragedie e genocidi: ex Jugoslavia (pulizia etnica), Ruanda (Tutsi e Hutu), Angola, Nigeria (Biafra), Sudan, Ciad, Cambogia, Aborigeni, Maori, Pellerossa, Bangladesh e altre parti del mondo. Nessuno si chiede la causa di questi fatti, le motivazioni di queste diversità. C'è insomma, a mio parere, nel più forte e nel più fortunato la cieca fiducia in se stesso e la tracotanza contro quanti non agiscono e non pensano come lui per i motivi più disparati.
0 commenti

ci83

  47 mesi fa
E' quello che dico anche io: sono persone che non sono capaci di stare al mondo, e ce ne sono tante e continueranno ad essercene perchè finchè gli uomini rimarranno sulla terrà non smetteranno mai di farsi la guerra.
0 commenti

novembre84sp

  47 mesi fa
Ciao ,quoto le tue stesse idee di mentalita non sono affatto cosi anzi mi piacerebbe vivere in un paese multirazziale come gli stati uniti .. purtroppo quello che manca da noi è l'integrazione (basti pensare che negli stati uniti nelle forze armate sono integrate tantissime razze qui da noi invece è improbabile..)certo siamo indietro e probabilmente è solamente questione di anni..c'è da dire pero che questo fenomeno di razzismo è noto anche dall'altra parte in tanti piccoli casi bhe ti saluto ciao a presto!
0 commenti

moky14

  47 mesi fa
Come ormai sappiamo, siamo cittadini del mondo e dovremmo essere tutti fratelli, ma è un discorso talmente utopico...non sono tollerante verso tutte quelle persone che nuocono ad altre o che per il benessere proprio fanno del male ad altri. Il rispetto è dovuto a tutti, indifferentemente dal colore della pelle o dalla provenienza geografica. Questo vale anche per tutti quegli stranieri residenti in Italia che si comportano male con chi li ha accolti.
0 commenti

ladymiya83

  47 mesi fa
Io non mi ritengo razzista, odio semplicemente chi si comporta male e nuoce agli altri . . ma questo indipendentemente da che colore di pelle abbia.
0 commenti

antennaria

  47 mesi fa
premetto che non sonoaffatto razzista, e che in linea generale sono d'accordo con Te, ma pretendo da coloro che per qualsiasi ragione vengono in Italia il rispetto reciproco, che sia ben chiaro che esistono diritti ma anche doveri, purtroppo casi accaduti recentemente nei luoghi dove vivo mostrano che molti extracomunitari si approfittano con arroganza delle opportunità d'aiuto sociale che il ns paese mette a disposizione, aiuti che nemmeno l'italiano più povero e in condizioni di indigenza si sogna di chiedere, per non parlare di atteggiamenti di violenza senza motivo. . . mi spiace dire questo, e lo dico perchè penso sia ora di chiarire che per vivere insieme serve senso civico, correttezza, onestà. . . scusa lo sfogo ma parlo per conoscenza diretta!
0 commenti

Condividi via email

Aggiungi contatti


Annulla
Invia

OK
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica
Magari più tardi...