Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

TeamTolunaItalia

  3 mesi fa

#TolunaNews | Cina: Un mese di "raffreddamento" prima del divorzio?
Chiudi

I cinesi divorziati devono prima completare un mese di "raffreddamento" secondo una nuova legge approvata giovedì. La legge ha suscitato un dibattito nazionale sull'intervento dello Stato nelle relazioni private. Nel tentativo di ridurre i tassi di divorzio, i legislatori cinesi hanno approvato una legge che impone alle coppie che chiedono il divorzio di attendere 30 giorni prima di elaborare la loro domanda.

Il provvedimento, che in precedenza era una raccomandazione applicata in alcune province, ha suscitato ampie reazioni sin dal suo primo annuncio l'anno scorso. Giovedì, gli utenti di Internet hanno criticato la nuova legge, che fa parte del primo codice civile cinese, con messaggi seguiti dall'hashtag "opporsi al periodo di raffreddamento del divorzio", raccogliendo più di 30 milioni di visualizzazioni. "Non possiamo nemmeno divorziare liberamente" ha scritto un utente.

Il periodo di attesa si applica solo nei casi in cui entrambe le parti chiedono il divorzio. Non si applica se un coniuge chiede il divorzio dopo una violenza domestica.
Cheng Xiao Cheng, vice presidente e professore alla facoltà di legge dell'Università di Tsinghua, ha detto che la legge offre ancora la libertà di divorziare alle coppie. Possono avere controversie familiari e il divorzio può portare alla rabbia". Dopo di che, potrebbero pentirsene". Dobbiamo prevenire questo tipo di divorzio impulsivo", ha detto ai media locali.
Il primo codice civile del Paese, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2021, è un'ampia legislazione che sostituirà le leggi esistenti sul matrimonio, l'adozione e la proprietà.
I tassi di divorzio in Cina sono aumentati costantemente dal 2003, quando le leggi sul matrimonio sono state liberalizzate e sempre più donne sono diventate indipendenti dal punto di vista finanziario. Da allora, c'è stato un aumento dei "divorzi sconsiderati" che non favoriscono la stabilità della famiglia, ha dichiarato un funzionario al China Women's Daily.

Cosa ne pensate di questa legge? Siete d'accordo? Il governo dovrebbe interferire negli affari privati?

Fateci sapere la vostra opinione nei commenti qui sotto!

Influenzate i vostro mondo,

Team Toluna
Rispondi

v1558491b

  3 mesi fa
in parte sono d'accordo perchè dopo il lockdown i divorzi in cina sono saliti del 30% e in questo caso un periodo di 30 giorni di attesa potrebbe prevenire decisioni affrettate, ma questa nuova legge dovrebbe essere applicata solo a questo periodo e non essere generalizzata
0 commenti

teolirita

  3 mesi fa
Non capisco come possano influire 30 gg su decisioni prese o desiderate magari da anni. Strane iniziative.
0 commenti

cypekiss

  3 mesi fa
Sempre in comune il problema che rovina a tutti €
0 commenti

L6477084p

  3 mesi fa
Molti non sanno quanto dura in Italia il tempo tra la separazione e il divorzio, tempo per pensarci.
Ma non sarà una pensata per distrarre dal problema che coinvolge tutto il mondo in questo momento delicatissimo?
0 commenti

E9248574

  3 mesi fa
Penso che se una coppia decide di chiedere il divorzio è perché già ci ha pensato prima e non una azione impulsiva quindi credo sia inutile allungare la procedura di un mese
0 commenti

WinonaLakota

  3 mesi fa
non sono d' accordo
0 commenti

M-emme

  3 mesi fa
Se una coppia si deve dividere, un mese prima o dopo non fa differenza, purchè si trascorra separatamente.
0 commenti

Robyn68

  3 mesi fa
Non serve, aumenta solo il disagio di un rapporto ormai logoro.
0 commenti

A6154012o

  3 mesi fa
Io non sono d'accordo
0 commenti

bedolflix

  3 mesi fa
Direi che lo Stato non ha alcun diritto di interferire nelle questioni private dei suoi cittadini, penso si tratti semplicemente di un modo subdolo per controllarli e favorire il mantenimento di una società più tradizionale, in cui le donne forse non siano neanche troppo indipendenti e libere. Non credo questa legge possa avere dei margini di incostituzionalità, ma è sicuramente ingiusta e mi auguro possa essere modificata o annullata se i cittadini organizzassero manifestazioni e proteste in strada e il governo offrisse la possibilità di un dialogo, ma vista la linea antidemocratica che la Cina porta avanti su numerose questioni di politica interna e estera, non ci spererei troppo.
0 commenti
Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica