Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

golfarinos

  19 mesi fa

Un piccolo racconto e una riflessione
Chiudi

Ieri prima di andare al lavoro, mi sono soffermato a vedere un uomo che veniva innaffiato da un passante con una pompa dell'acqua per trovare refrigerio. Erano le 14 e fuori la temperatura era di circa 41 gradi. Mi sono fermato perché mi ha incuriosito il suo volto. Io stavo semplicemente camminando ed ero un bagno di sudore, mentre lui stava lavorando sotto il sole a temperature proibitive. Ero immobile a vedere la sua sofferenza. Dopo un po' mi guarda e mi dice: "Studia caro ragazzo, e scappa all'estero, perché la mia è una vita di merda!!!" Gli ho chiesto: "Ma come fai? Ci sono 40' non si può lavorare in queste condizioni..." Mi ha risposto: "Ieri io e un mio collega siamo svenuti, ci hanno portato all'ospedale con l'ambulanza, ma il mio capo vuole che il mese prossimo sia tutto finito, devo lavorare per forza, altrimenti niente paga. 4 anni fa lavoravo in Fiat, poi mi hanno licenziato perché non serviva più personale. Ho una famiglia con due figli, e mi sono dovuto arrangiare. Oggi faccio il muratore, ma per loro lavorerei anche 24 ore al giorno, per vederli sorridere e stare bene. Ho la schiena a pezzi, e la pelle bruciata dal sole, ma devo farlo..." L'ho salutato augurandogli buona fortuna, e lui mi ha offerto una birra che aveva nel suo frigo termico. L'ho rifiutata, e sono andato a comprargliene altre due al bar vicino. Mi ha ringraziato dicendo: "Sei un bravo ragazzo, ti auguro che la vita ti sorrida sempre..." A quel punto ho ripreso il mio cammino, e nella mia mente avevo impresso continuamente il volto di quel padre di famiglia. Ieri ho incontrato così, per caso, un eroe che nessuno considera. Ci sono persone che si spaccano la schiena, le mani e soprattutto l'anima, per poche migliaia di euro al mese. Non chiamateli muratori...
Chiamateli semplicemente #Eroi!!!
Rispondi

Claire_Redfield

  19 mesi fa
Il testo riporta la data di luglio 2018,era un tuo vecchio post? Bello comunque
0 commenti

blondiepower

  19 mesi fa
Alcuni lavori sicuramente sono più duri degli altri, però si sa che chi lavora sulle strade è più soggetto alle intemperie l'inverno e al caldo d'estate, da che mondo è mondo.
0 commenti

luna.blu

  19 mesi fa
Concordo con te
0 commenti

Marco✓

  19 mesi fa
SARA STATO L'ANNO SCORSO, IERI NON C'ERANO 41° IN TUTT'ITALIA
0 commenti

A_good_witch

  19 mesi fa
Niente succede per caso, quest'incontro ha servito a te ed a quell'uomo. Complimenti per il tuo gesto di compressione ed empatia. Buona giornata :)
0 commenti

Robyi72

  19 mesi fa
Hai proprio ragione!
0 commenti

missverdecita

  19 mesi fa
Sono d'accordo con te, gli esempi di abnegazione ci sono dappertutto.
0 commenti

Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica