Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

violettavaléry

  15 mesi fa

Omaggio ad una poetessa
Chiudi

Una giovane donna, bella,colta, di buona famiglia, ama un uomo più grande di lei, nobile, anche lui colto, di grande successo. È un militare di carriera e gira per il mondo, per incarichi di grande prestigio e lei, tra una partenza e l'altra, si consuma. Non basta: quest'uomo è anche un seduttore, un uomo che mette al primo posto la sua libertà e non risparmia amarezze a questa giovane innamorata. Per esempio le promette di scriverle mentre è lontano, e poi non lo fa, lasciandola in balia di mille tormentati pensieri... Oggi lei gli avrebbe fatto una sfuriata al telefono, o magari gli avrebbe scritto un tagliente messaggio su WhatsApp. Ma siccome siamo nella seconda metà del Cinquecento, lei, che è Gaspara Stampa, si sfoga scrivendo un sonetto in endecasillabi alla maniera petrarchesca...Così andava il mondo all'epoca, ma certo non tutte erano in grado di scrivere così. Omaggio ad una rara poetessa.


Rimandatemi il cor, empio tiranno,
ch’a sí gran torto avete ed istraziate,
e di lui e di me quel proprio fate,
che le tigri e i leon di cerva fanno.

Son passati otto giorni, a me un anno,
ch’io non ho vostre lettre od imbasciate,
contra le fé che voi m’avete date,
o fonte di valor, conte, e d’inganno.

Credete ch’io sia Ercol o Sansone
a poter sostener tanto dolore,
giovane e donna e fuor d’ogni ragione,
massime essendo qui senza ’l mio core
e senza voi a mia difensione,
onde mi suol venir forza e vigore.

Gaspara Stampa
Rispondi

Antonietta69

  15 mesi fa
Bella, ma triste poverina
0 commenti

Elisabettati

  15 mesi fa
Grazie per la condivisione
Ciaooo
;))))))))))))))))
0 commenti

nellanto.giulia13

  15 mesi fa
Donna intelligentissima..e moderna, rispetto ai suoi tempi... e bravissima poetessa...amo i suoi sonetti per le riflessioni al femminile che esprimono e per la cura della loro struttura.... anche se apprezzo molto l'interiorità di L. Gluck, la vincitrice del Nobel....; - )
2 commenti

isabella82

  15 mesi fa
Non conosco questa poetessa, brava però
0 commenti

chekko8p

  15 mesi fa
cazz
1 commenti

Patrixia

  15 mesi fa
Che post interessante e raffinato. Complimenti!
Questo nome ricordo di averlo letto nei testi di letteratura italiana durante gli esami universitari, ma mai avevo letto una sua composizione, un nome come tanti altri da andare a memoria per passare l'esame. Veramente pregevole lo scritto. Grazie violetta.
2 commenti

Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica