Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

AbbyGrant

  4 mesi fa

#BellaItalia Lingueglietta
Chiudi

Il borgo medioevale di Lingueglietta si trova arroccato tra le colline del ponente ligure ai piedi del monte Faudo ( Imperia ). Un piccolo borgo quasi disabitato immerso nel silenzio della natura. Sono nata in questa terra e tuttora abito in questo piccolo paese fatto di archivolti, vicoletti, sentieri e "carrugi" che si intersecano gli uni con glia altri per tutto il borgo conferendogli da sempre un aria di "secolarità". Vecchie misure di peso sono incastonate nelle rocce dei miei carrugi e vecchie meridiane quasi cancellate dal tempo sono disegnate in alto sui muri di quello che un tempo era un castello. La storia del tempo che è passato si respira nell'aria nel piccolo paese del ponente ligure.
La sua nascita risale a prima dell'anno mille quando il capostipite dei "Lengueglia" - Anselmo Quaranta - nei primi anni di quell'anno mille riceve questa terra dai marchesi di Clavesana che ne manterranno il controllo fino all'epoca di Napoleone.
Dopo la caduta napoleonica il borgo insieme a tutta la liguria passono sotto il regno di Sardegna come una parte della divisione di Nizza.
Ceduta la città di Nizza alla Francia il piccolo borgo diventa un comune autonomo della provincia dell'odierna Imperia.
Il simbolo di questo borgo medioevale è senza dubbio la chiesa fortezza di San Pietro. Un imponente edificio religioso del tredicesimo secolo diventato una fortezza difensiva nel periodo delle scorrerie barbaresche che investirono la mia terra nel sedicesimo secolo.
San Pietro è intatto ancora oggi.
Trasformato all'interno in una sala per eventi ha mantenuto il suo antico splendore e la sua imponenza in ogni pietra che lo compone.
Le torrette di avvistamento svettano ancora oggi sul tetto di San Pietro e tra le feritoie che un tempo lasciavano colare a valle l'olio bollente per bloccare le orde dei saraceni che si inerpicavano su per la collina la luce del sole illumina il panorama che scende a picco fino al mare.
Rispondi

ziamago

  4 mesi fa
Grazie, interessante:)
1 commenti

Martyy

  4 mesi fa
Grazie, buona serata :)
1 commenti

Antonietta69

  4 mesi fa
Bello, quando capito da quelle parti, un'occhiata mi sa che vado a dargliela. Grazie per l'informazione
1 commenti

Robyi72

  4 mesi fa
Grazie per le notizie, buona serata
1 commenti

provaciancorasam

  4 mesi fa
grazie della condivisione..
1 commenti

Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica