Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

TeamTolunaItalia

  1 mese/i fa

Alcuni paesi europei come Italia, Francia e Germania hanno già preso decisioni sulle scuole.
Chiudi

L'Italia ha riaperto le sue scuole giovedì, ma solo la metà degli stundenti sono tornati a scuola. Le autorità hanno adottato una strategia per l'apertura graduale delle scuole. La situazione verrà valutata nella prossima settimana e mezzo, e se non ci sarà un preoccupante aumento del numero dei contagi, il 18 gennaio un quarto degli studenti rimasti a casa si unirà ai compagni di classe.

A seconda della situazione epidemiologica, le località possono posticipare l'apertura delle scuole. L'Italia ha anche deciso di aumentare il numero dei trasporti pubblici nelle fasce orarie in cui viaggiano gli studenti. In alcune città vengono discussi due orari, uno per la scuola, un altro per l'ingresso al lavoro.

La Francia ha chiesto che tutte le scuole siano aperte. Gli studenti francesi sono tornati a scuola il 4 gennaio. E se l'Italia è il Paese che ha tenuto chiuse le scuole la maggior parte dei Paesi europei, la Francia è al polo opposto. Solo lo 0,2% delle scuole è stato chiuso lo scorso anno a causa di infezioni con il nuovo coronavirus.

Le autorità francesi affermano che, sulla base dei loro studi, il tasso di infezione nell'ambiente scolastico è inferiore al di fuori di esso.

La Germania è soggetta a restrizioni fino al 10 gennaio, quindi gli studenti potrebbero tornare a scuola dopo quella data. Tuttavia, non è molto chiaro in questo momento se le restrizioni verranno rimosse la prossima settimana perché il tasso di infezione è piuttosto alto. Inoltre, ogni Stato ha il potere di decidere sulla riapertura delle scuole.

Il Regno Unito sta valutando la possibilità di eseguire test di massa su studenti e insegnanti. Nel Regno Unito, le scuole avrebbero dovuto aprire il 4 gennaio. Il momento è stato posticipato di due settimane a causa del gran numero di contagi nel contesto in cui il Paese sta anche affrontando il nuovo ceppo di COVID-19.

In Scozia, Galles e Irlanda del Nord gli studenti torneranno in classe il 18 gennaio, ma il ritorno sarà graduale.

Cosa ne pensate delle misure prese per l'apertura delle scuole? Siete d'accordo con la riapertura delle scuole?

Fateci sapere la vostra opinione nei commenti qui sotto!

Influenzate il vostro mondo,

Team Toluna
Rispondi

F8956932w89

  1 mese/i fa
Futuro
0 commenti

binettidamiano3

  1 mese/i fa
Finalmente si torna a scuola
0 commenti

V1590249b15

  1 mese/i fa
si le scuole devono riaprire i ragazzi hanno bisogno di socializzare e imparare
0 commenti

paperella71

  1 mese/i fa
Sono d'accordo sul fatto che le scuole tornino in presenza , ma prima si deve adeguare il sistema dei trasporti...
0 commenti

giogio3003

  1 mese/i fa
Non sono d'accordo ma per lo più per i trasporti
0 commenti

T9634045y

  1 mese/i fa
Non sono molto d'accordo con l,.apertura delle scuole sempre che non adeguano i trasporti
0 commenti

K6926410r69

  1 mese/i fa
Sono pienamente d'accordo con l'apertura delle scuole
0 commenti

D6861422q68

  1 mese/i fa
Le scuole devono tornare al più presto in presenza, ne va della qualità dell'insegnamento e della socialità, ma sono consapevole che il problema non è la scuola in sé ma i mezzi di trasporto, tutto quello che ne gira attorno.
0 commenti

M2524810e25

  1 mese/i fa
La ministra Azzolina avrebbe dovuto organizzare meglio il rientro a settembre durante l'estate. La ministra ha avuto alcuni mesi per ponderare bene la situazione e prendere decisioni consone per evitare che le scuole rimanessere ancora luoghi di assembramento, visto che l'iniziale idea di dividere le classi con ulteriore bisogno di insegnanti non è stata più concretizzata.
Molte proposte venute fuori durante l'estate non sono state più prese in considerazione a favore dei famosi banche a rotelle. Oggi piangiamo le conseguenze di questo sponsor pubblicitario estivo dei banchi, visto che ad oggi le scuole navigano nel buio e spesso tante classi vanno in quarantena o peggio, vi sono focolai. I trasporti dovevano essere aumentati fin da settembre. In Italia si arriva sempre con l'ultimo treno. Comunque meglio tardi che mai!
0 commenti

maury78

  1 mese/i fa
io sono pienamente daccordo con le riaperture delle scuole
0 commenti
Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica