Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

D a n y

  8 mesi fa

vi lascio una delle tante leggende che riguardano la mia città...
B U O N A N O T T E!!

Chiudi

La leggenda narra che questa statua guardi verso il posto dove si trova il santo graal.

La storia di oggi ci porta alla ricerca di uno dei manufatti più ricercati nella storia della cristinità, ovvero il Santo Graal, la coppa che si dice sia stata utilizzata da Cristo durante l’ultima cena per consacrare il vino e con la quale in seguito Giovanni d’Arimatea abbia raccolto il suo sangue durante la crocifissione.

Nel corso dei secoli si sono susseguite intere campagne per la ricerca di questo mitico manufatto, e la sua fama è stata tanto grande da aver ispirato la fantasia di numerosi autori (basti pensare all’importanza della caccia al Graal portata avanti da re Artù nelle leggende del ciclo arturiano o al ben più recente best seller Il codice Da Vinci di Dan Brown).

Tra le ipotesi più disparate, si mormora che la coppa sia in realtà nascosta a Torino e che in favore di ciò ci siano più segni ad indicarne la posizione.Luogo prediletto come casa dal Graal è la Gran Madre di Dio, forse la più nota chiesa cattolica della città proprio per il suo legame con l’esoterismo. In molti pensano che la coppa sia conservata da qualche parte al suo interno: c’è chi ipotizza che sia sepolta nei sotterranei o chi ancora che sostiene sia nascosta dentro una statua.

Un’altra teoria vede invece come protagoniste le due statue scolpite da Carlo Chelli poste all’ingresso della Gran Madre raffiguranti due donne, la Religione a destra e la Fede a sinistra. Ebbene, tra queste la Fede leva alto un calice mentre osserva un punto indefinito nell’orizzonte, e in questo gesto c’è chi vi ha visto un riferimento al Graal nascosto in un luogo indicato proprio da quello sguardo.
Rispondi

toniprimo

  8 mesi fa
Bellissima leggenda:) Buona serata Dany***
0 commenti

Crisocolla

  8 mesi fa
Ho letto tutto d'un fiato :) Bellissimo il testo e l'immagine che lo accompagna è molto evocativa. Torino è davvero una città affascinante e misteriosa, ci si respira un'aria magica. Sono ormai tre anni che programmo di tornarci (anche perché non ho ancora visto il Museo Egizio dopo l'ultima ristrutturazione ... di anni ne sono passati!) e spero che il 2022 sia l'anno buono! Buona giornata, Dany :)
0 commenti

marima56

  8 mesi fa
Molto belle questa leggenda del Santo Graal e grazie per averne parlato .Buongiorno Dany e buon lavoro
0 commenti

Ziapi

  8 mesi fa
Sono molto affascinanti queste leggende sul Santo Graal, mi ci sono imbattuta più di una volta in qualche romanzo, a parte Dan Brown. Dunque Torino è anche una città un po' misteriosa... Buona giornata Dany e grazie del racconto:-)
0 commenti

provaciancorasam

  8 mesi fa
Curioso ed interessante, grazie della condivisione.. :)) buon venerdì
0 commenti

C5399774m

  8 mesi fa
Che mistero! Mi hai incuriosita. Bella leggenda. Buonanotte
0 commenti

ziamago

  8 mesi fa
Quante legende, quanti ipotesi.. Io vorei davvero sapere dov'è nascosto. Adesso con tutti strumenti che abbiamo ancora non è trovato.
Grazie del racconto, ciao Dany:)
2 commenti

Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica