Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

marantega veneziana

  4 mesi fa

Domani 6 gennaio : Epifania
Chiudi

Domani è il 6 gennaio, festa dell'Epifania o festa della Befana .... ma sapete che la Befana veneziana viene chiamata Marantega? A Venezia, gli anziani ancora oggi , parlando di una donna vecchia e brutta, le dicono che " xe na Marantega " .... Si dice infatti in senso di disprezzo di una donna vecchia, brutta, brontolona e deforme, aggrinzata e secca. Il termine veneziano deriva dall'unione di due parole venete e cioè " Mare " e " Antiga ", ossia Madre Antica o Vecchia. In molte zone del Veneto, e del Friuli, una tradizione popolare, alla vigilia dell'Epifania, è quella di " brusar la Vecia " - bruciare la Vecchia. La Marantega è appunto la vecchia Madre che va bruciata affinchè possa rinascere a nuova vita, in primavera. Bruciando la " V ecia " si bruciano anche tutti i dolori e le miserie dell'inverno passato, sperando che l'arrivo della primavera porti buoni raccolti. Un pò come la Befana che tutte le feste porta via .... Oggi questa tradizione si trova ancora nei paesi di campagna, o nell'entroterra veneziano, ma una volta , questa antica tradizione si svolgeva in diversi campi veneziani. E a Venezia, la sera dell'Epifania i bambini attaccavano una calza al camino, così che la Marantega gli portasse qualcosa. Preparavano una tavola con delle cose da mangiare e prima di andare a letto, le cantavano una canzoncina : " Marantega barola, tò parecìà la tola; adesso vago in leto, xe un ano che te speto : go messo qua la calzeta mia, impenissimela de bone cose e po scampa via." ... E sta Marantega al punto de la meza note la vien zo dal camin, e ai putei che xe boni la ghe porta bomboni e tante bele robe, e a quei che xe cativi la ghe porta dela cenare, dei carboni e un toco de legno. " - Brutta e vecchia Befana, ti ho apparecchiato la tavola, adesso vado a letto, è un anno che ti aspetto, ho appeso la mia calza, riempila di cose buone e poi vattene via E la Marantega a mezza notte in punto, scende dal camino, e ai bimbi buoni porta caramelle, dolciumi e giocattoli mentre ai bimbi cattivi porta cenere, carbone e un pezzo di legno -. Io non sono nè secca, nè deforme. Moderatamente " decrepita " ma piuttosto brontolona, questo lo ammetto! .... E è proprio per quest'ultimo neo negativo, che un caro amico mi aveva affibbiato questo appellativo scherzoso e ironico, e mi chiamava Marantega ( affettuosamente parlando )!!! Diciamo che mi sento la Marantega o la Befana buona, quella generosa e sotto sotto gentile .... E il vostro soprannome, qual'è?
Rispondi

macheroba

  4 mesi fa
Da bambina mi chiamavano Saetta, perchè non ero mai ferma, ora che devo per forza stare ferma tutti mi dicono Proprio tu...che fatica farai
1 commenti

Nonsochenomemettere

  4 mesi fa
"lebo" dai colleghi di qualche anno fa dal film il grande lebowski, "zambel(ciambella) o maestro" sullo snowboard perché sono tra i più bravi del gruppo ma con la giacca imbottita e il peso.. va be..
e poi " tury- tauers- tonno - capo" tutti legati a anni e situazioni diverse a cui ho bei ricordi. Buona serata :))
0 commenti

c.h.i.a.r.a.

  4 mesi fa
Viva Venessia :)) e te lo dice una veneta padovana doc, ora veronese (ma non nel cuore). Io sono la ranocchietta (mi ha chiamato così un mio amico sardo tanti anni fa) ... a volte anche ranocchia, rana, ecc.ecc. dipende dal momento ahahahaha :)) Ciao Marantega Venexiana ....
0 commenti

Ziapi

  4 mesi fa
Ho sentito parlare di questa tradizione " brucia la vecchia", un po' macabro come titolo ma in realtà beneaugurante, come tu hai ben spiegato. Io non soprannomi particolari, mio figlio mi chiama "radiolina" quando parlo troppo!
0 commenti

Claire_Redfield

  4 mesi fa
Mi hanno dato diversi soprannomi : dr. Cox (da Scrubs) , Lagertha,Daenerys, tutti presi da serie TV ,aiutooo
Mio padre mi chiamava ranocchia quando ero piccola
1 commenti

C5818667n58

  4 mesi fa
Conoscevo la storia! Venivano bruciate le cose vecchie, la vecchia, per fare spazio alle cose nuove, e sapere questa cosa, da bambina mi faceva piangere ininterrottamente. Sono contenta che la storia sia cambiata; adesso, forse, anche io sono una befanella. Bella cosa, come tutte quelle che fai te!
0 commenti

provaciancorasam

  4 mesi fa
Grazie della info.. Una amica di Toluna mi chiama Befanello, giusto per rimanere in tema :)) buon pomeriggio
1 commenti

delfino_curioso

  4 mesi fa
Non ho soprannomi ma un mio caro amico mi chiama cambiando una lettera del mio nome Ludovica. Ci scherza e a me fa morire. A buon intenditor poche parole ;)
1 commenti

Copiato negli appunti

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica