Widget di condivisione

Poll link

Copia

includi il widget

Larghezza del widget

500 px
350 px
250 px
Personalizza px
Anteprima
Copia

Includi Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento

rachele100799 sta utilizzando Toluna per creare nuovi sondaggi e potrai farlo pure tu, registrandoti adesso.


rachele100799

37 mesi fa

Aloe Vera! Ma funziona?

alve a tutti è il secondo appuntamento con l'Aloe, ma precedentemente vi ho parlto in particolare dell'aloe della Forever living.
Ho visto che ha riscosso notevole successo quindi penso che interessi l'articolo.
In effetti questa volta scrivo con cognizioni di causa perchè ora dopo aver provato ho un idea al riguargo.
Vi chiederete cosa penso?
Risparmiate soldi. In effetti inizialmente qualche miglioramento lo anche visto, ma successivamente è andata sempre peggio, e poi se smetti, e finita.
Io non sono sicuro che non creino assuefazione, ma in effetti quando ho smesso la situazone e peggiorata, quindi la conclusione è:
Ho continui all'infinito con scarsi risultati o Non iniziare mai.
Credo di suggerire il secondo.
Bay
Chiudi
Rispondi

QUOD

  31 mesi fa
tutte palle . . . . . . . . . . . . . . . . .
0 commenti

YVALERY

  31 mesi fa
Non sò io ho trovato miracolosa la crema alla propoli... conosco persone che bevono da anni l'aloe della forever e non riescono a farne a meno.. credo siano i prodotti più validi in commercio a base d'aloe... un pò cari ma comunque validi... le proprietà curative stanno avendo riscontri anche in campo medico e vengono addirittura consigliati da medici e farmacisti......io non parlo per sentito dire ma perchè ho appuraTO LA VALIDITà DI QUESTI PRODOTTI :) poi ognuno preferisce determinati prodotti ad altri ;)
0 commenti

RomanoBr

  33 mesi fa
L’aloe tollera bene la siccità, è adatta per la coltivazione su scarpate esposte a sud o in zone aride.
L’aloe difficilmente resiste a temperature inferiori agli 0°; le temperature ideali per la sua crescita si aggirano intorno ai 20/24°. Il terreno migliore è sabbioso, tre parti di sabbia e una parte di normale terriccio da giardino; un fondo di argilla è da porre sul fondo del vaso per consentire il drenaggio. Non mettere sottovasi altrimenti si creerebbe un ristagno che l’aloe non sopporta. La moltiplicazione avviene per talea: in estate, i germogli tagliati vanno lasciati all’aria per 3/4 giorni per far uscire il lattice e vengono poi messi in vaso e riempiti con sabbia. Le piante coltivate al chiuso degli appartamenti necessitano di ambienti luminosi e temperature costanti. E’ necessario bagnarle molto in estate e primavera (da marzo a novembre una volta alla settimana, da novembre a marzo una volta al mese). Si rinvasa ogni anno, in primavera, aumentando via via le dimensioni del vaso. L’aloe non ha un apparato radicale importante, è quindi preferibile scegliere un vaso più largo che profondo e con adeguati fori per il drenaggio. E’ necessario stare molto attenti alle malattie, quali il “mal bianco”: una patina bianca sulle foglie che bisogna eliminare con zolfo ramato.
0 commenti

silvy12

  33 mesi fa
Secondo me si. Una volta avevo una crema buonissima, ma ora non la vendono più.
0 commenti

robertots

  33 mesi fa
Effetti collaterali e controindicazioni
L’uso topico (sotto forma di gel o creme) non è associato ad effetti collaterali significativi.Crampi addominali e diarrea sono stati riportati come effetti collaterali a seguito dell’assunzione per via orale del succo d’aloe, che come detto ha marcati effetti lassativi: la eventuale dissenteria può essere causa della diminuzione dell’assorbimento di molti farmaci.Le persone con diabete che usano farmaci ipoglicemizzanti dovrebbero prestare attenzione all’assunzione di succo di aloe vera per via orale, perché degli studi preliminari suggeriscono che l’estratto vegetale sia in grado di diminuire i livelli di glucosio nel sangue mettendo il paziente a rischio di ipoglicemia.
0 commenti

MariucciaEr

  34 mesi fa
Fiorisce dalla primavera all'autunno a seconda della specie e delle varietà. I fiori si formano alla sommità di un lungo stelo, che può essere semplice, ramificato o a grappolo e la pianta non muore dopo la fioritura a differenza di quanto avviene con l'agave. I fiori sono riuniti in infiorescenze ad ombrella, pendenti, tubolari, di colore tendente al rosso, all'arancio o al giallo.
Sono piante autosterili vale a dire che i fiori maschili e femminili della stessa pianta non possono incrociarsi tra loro o con piante della stessa varietà, occorrono piante di diverse varietà per poter ottenere dei semi fertili. Si riproducono pertanto per impollinazione incrociata.
Una caratteristica di queste piante è che nel parenchima delle foglie è presente un succo aromatico, molto amaro che a contatto con l'aria si indurisce ed è insolubile in alcool molto usato per le sue proprietà terapeutiche
0 commenti

Kari22

  35 mesi fa
Mia madre teneva una pianta di aloe vera che utilizzavamo per cicatrizzare ferite e sulle scottature. Non ho mai comprato il prodotto in commercio.
0 commenti

kiki1889

  36 mesi fa
Io uso un gel di aloe vera e lo trovo molto buono sia come è stato detto per le scottature, ma anche x calmare la pelle dopo cerette o rasature...
0 commenti

patty2112

  36 mesi fa
credo che una pianta di aloe bisognerebbe sempre tenerla in casa anche se non si riesce a usare il prodotto per fare la bevanda poichè è un po' complicato è utilissima contro le scottature...l'ho provata fidati
0 commenti

DarknessInside

  36 mesi fa
Non ci credo tanto....bisognerebbe usarlo in quantità industriale, demordo e passo oltre :-)
0 commenti

Condividi via email

Aggiungi contatti


Annulla
Invia

OK
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica
Magari più tardi...