Widget di condivisione

Poll link

Copia

includi il widget

Larghezza del widget

500 px
350 px
250 px
Personalizza px
Anteprima
Copia

Includi Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento

ania1981 sta utilizzando Toluna per creare nuovi sondaggi e potrai farlo pure tu, registrandoti adesso.


ania1981

32 mesi fa

come riconoscere l ' argento ?

Ho comprato in tanti anni , tante cose in argento ma come fare a capire se è argento davvero ? alcuni hanno il timbro ma altri no , allora come posso capirlo ??
Chiudi
Rispondi

selene6

  29 mesi fa
Non ho niente d'argento in casa ma lo riconosci dal colore che cambia e diventa scuro .
0 commenti

lele1969

  29 mesi fa
io so che deve avere il marchi x essere vero argento
0 commenti

vale276

  29 mesi fa
l'argento deve essere necessariamente marchiato... in assenza di marchi non si può parlare d'argento
0 commenti

ToNyGi

  30 mesi fa
Semplicissimo ..con l'acido nitrico ! Comunemente l'argento viene contraffatto col piombo (peltro) o peggioancora con l'alluminio...L'ac nitrico non reagisce col piombo mentre fuma sull'alluminio....Un'altra prova è con acido solfidrico..l'Ag. diventa nero (solfuro di arg.) Una prova empirica e semplice è quella di tuffare le posate (di presunto argento) in un uovo fresco (tuorlo e chiara) siccome l'uovo (specialmente se è vecchio e marcio) contiene acido solfidrico se si anneriscono vuol dire che è argento puro...Con l'esperienza si può anche stabilire il "titolo " in millesimi...
Cosa semplice poi si denota che il peltro è molto più morbido dell'argento...La percentuale di piombo lo rende morbido...le posate si piegano..le zuccheriere si deformano e i vassoi si piegano facilmente..(anche se pesano di più!!)
PS:::..Attenzione è impossibile sofisticare la lega di argento con l' alluminio perchè uno fonde a 600 gradi e l'Ag a 1000..mentre la lega si può fare col piombo (anche se fonde a 400) e col rame (quasi a 1000) ma col rame diventa rossastro...La lega di ag. si può adulterare con Rodio e Antimonio ma costano di più dell'Ag..come il Platino...Per certi usi speciali ( antiossidanti) l'argento è usato in lega..Esempio contatti elettrici ,candele di automobile e puntine platinate di spinterogeno...
0 commenti

karlagi

  31 mesi fa
op 10 non saperi, generalmente hanno tutte il timbro................
0 commenti

anderinigiorgio

  31 mesi fa
c'è il marchio che di regola è ovale con il numero dei karati.
0 commenti

arcalis

  31 mesi fa
Beh prima di tutto devi verificare il timbro.E se non c'è...
In genere il saggio più semplice che utilizza un orefice è quello della cosiddetta "pietra di paragone", usato per secoli fino ad oggi.La pietra di paragone è una particolare pietra di colore nero,
inattaccabile dagli acidi e leggermente abrasiva.Si sfrega leggermente l'oggetto sulla pietra (attenzione alle placcature che possono ingannare) in modo che una minuscola parte della lega resti a formare una striscia sulla pietra. Basta pochissimo materiale, e si vede comunque bene per contrasto sullo sfondo nero. Per riconosce se è oro si fa cadere una goccia di acido nitrico in mezzo alla striscia. Se si cancella quasi completamente (ovvero se la lega si scioglie), allora non è oro. Con l'esperienza, a seconda se si scioglie più o meno, si può avere anche un'idea approssimativa del titolo.Per l'argento invece si può trattare la striscia con altri reagenti, ad esempio acido cromico, che dà una colorazione caratteristica rosso bruno del cromato d'argento.
0 commenti

Deepwaters

  31 mesi fa
Opi 13. Non saprei proprio ... hai provato a portarlo da un gioielliere?
Accetto 9.
0 commenti

cinzia722

  31 mesi fa
D A L M A R C H I E T T O
0 commenti

cascatadistelle

  31 mesi fa
devono avere una punzonatura di un ovale con all'interno un numero che va da 800 a 925. Se riportano prima di questi valori la scritta arg. vuol dire che sono semplicemente argentati. Comunque puoi sempre farli valutare da un orafo
0 commenti

Condividi via email

Aggiungi contatti


Annulla
Invia

OK
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica
Magari più tardi...