Share Voto rapido

Poll link

500 px
350 px
250 px
Anteprima

Anteprima del widget:

Larghezza - pixel Peso - pixel

Chiudi l'anteprima
! Stai utilizzando un browser non supportato La versione del tuo browser non è ottimizzata per Toluna, ti raccomandiamo di installare l'ultima versione Aggiornamento
Le nostre Politiche sulla Privacy regolano la tua membership nel nostro Panel di Influencers, le quali possono essere consultate cliccando qui. Il nostro sito internet utilizza cookies. Come nel mondo offline, i cookie rendono tutto migliore! Per conoscere di più riguardo i cookie che utilizziamo, visita le nostre Politiche sui Cookie.

Info-grafici Clicca per visualizzare altro
35% 1869 voti
65% 3409 voti
5278 persone hanno votato
Si 1497 voti

Si
28%
Certo, dobbiamo essere più responsabili 3143 voti

Certo, dobbiamo essere più responsabili
60%
No 213 voti

No
4%
Non lo so 356 voti

Non lo so
7%
Altro, fatecci sapere nei commenti 69 voti

Altro, fatecci sapere nei commenti
1%
Copiato negli appunti
aacella

aacella

  Dobbiamo essere più responsabili ma ci facciamo abbindolare facilmente, adesso la moda dell'elettrico nelle auto, tutti a correre affascinati, quando per fare l'energia si inquina e le batterie esauste sono un problema da smaltire inquinando moltissimo, mentre per il metano che si crea dalle feci, dall'immondizia e che lasciato libero è altamente inquinante, ma se bruciato non inquina e rende molto di più della corrente, non viene pubblicizzato, perché è al massimo dell'evoluzione e non fa moda... e commercialmente non viene più spinto...
renedrive

renedrive

  Bisognerebbe ricordare ai "Leader", che ne sanno poco della Natura e dei suoi equilibri, che la primaria causa dei cambiamenti climatici è il comportamento umano, quindi dire "rafforzamento del pianeta di fronte agli effetti dei cambiamenti climatici" con il sottinteso di fare qualcosa al pianeta o per gli umani per gestire la situazione è l'esatto opposto di quanto deve essere fatto, gli umani devono smettere di intervenire a modificare l'equilibrio dell'habitat che li ospita ed evitare invece di fare ancora qualcos'altro peggiorando ancore e sempre di più la situazione. Anche la frase "adattamento ai cambiamenti climatici" ha un concetto completamente inverso di azione rispetto a quanto si dovrebbe fare, non dovremmo studiare come adattarci piuttosto dovremmo smettere di provocarlo e lasciare che la Natura, appena smetteremo di tenerla sotto la nostra pressione distruttiva, torni all'equilibrio. Visto che già la situazione è grave e continuiamo ad aggravarla è corretto pensare a "gestire le conseguenze", nel senso di adattarsi a sopravvivere ma mai continuando a spese del sistema ospite come facciamo attualmente. Va anche ricordato che non è assolutamente vero il concetto che "l'impatto sarà disastroso per il pianeta", al pianeta, o alla Natura, interessa l'equilibrio e quello che stiamo causando è solo l'estinzione quasi totale di gran parte della vita, soprattutto mammifera, compresi umani, e non appena questa estinzione avverrà il pianeta tornerà in equilibrio. La Natura mira sempre all'equilibrio e spesso questo significa lasciare estinguere alcune specie di vita, è il turno degli umani che si stanno auto distruggendo modificando le condizioni della loro stessa sopravvivenza. Quindi "disastroso per il pianeta" è un concetto assolutamente falso, il pianeta si adatta ai nuovi equilibri e tenta di tornare alla normalità, l'unica situazione che si potrebbe definire disastrosa è la situazione di sopravvivenza dei mammiferi che sarà sempre più a rischio se non smettiamo di intervenire e modificare l'equilibrio naturale distruggendo ogni cosa che tocchiamo.
Gabriella78

Gabriella78

  Consiglio a tutti di vedere il film "Punto di non ritorno". È un documentario diretto da Leonardo di Caprio. C'è da mettersi le mani nei capelli. Stiamo rischiando una guerra mondiale ma non lo vogliamo capire perché ognuno pensa soltanto al proprio orticello.
Gabriella78

Gabriella78

  Sono gli allevamenti intensivi di bovini e la massiccia produzione di metano ad aumentare il buco nell'ozono. Noi non facciamo la doccia ogni giorno e quando la facciamo raccogliamo l'acqua fredda prima che esce la calda. Con questa o bagna o le piante o ci tiriamo lo scarico dell'acqua. Siamo passati all'auto elettrica. Facciamo la spesa andando a piedi al supermercato. Usiamo molto la bici. Reciclo l'acqua piovana sempre per le piante. Uso spesso abiti di seconda mano. Spengo sempre tutti gli interruttori degli elettrodomestici. Non lascio prese attaccate (tipo cellulare). Bisogna insistere affinché il tema ambiente diventi fondamentale per tutti, solo così potranno essere adottate delle politiche efficaci per l'ambiente.
Gabriella78

Gabriella78

  Ognuno di noi, se lo facessimo tutti, può fare tanto. Per chi legge il mio post do alcuni suggerimenti:riduzione del consumo di carne rossa.
fraifrai

fraifrai

  Qualcuno ha risposto 'no'.
Maria126

Maria126

  Dobbiamo essere responsabili certo ma e sempre la solita musica nessuno fa niente troppi interessi.
Danib_

Danib_

  Dobbiamo essere più responsabili, certo, ma noi cittadini possiamo fare davvero ben poco.
krator

krator

  Capisco quelli che hanno digitato " non lo so ", ma i 57 (al momento) che hanno risposto no dove vivono? E magari siete anche padri o madri di famiglia, complimenti davvero.....
ghostdog

ghostdog

  Blablabla...e non fanno nulla di concreto...

Alcune cose prima di iniziare

Per creare dei contenuti nella community

Verifica la tua mail/ re-invia
Un'occhiata in giro

OK
Annulla
L'opzione per effettuare il log-in tramite Facebook è stata disabilitata. Chiediamo gentilmente di inserire la propria e-mail con la quale si è registrati su Facebook al fine di ricevere nella casella di posta della suddetta un link per impostare la propria password di Toluna.
Inserisci un/a Email valido/a
Annulla
Attendi un attimo...
Quando carichi una foto, il nostro sito diventa migliore.
Carica